Cucina lombarda: verze imbracate

Verze imbracate con salamella

In Lombardia le verze sono sicuramente una verdura ampiamente utilizzata, primo fra tutto, nella famosissima cassoeula, tipica del milanese e della Brianza. Le verze imbracate, tipiche del Mantovano, la ricordano, diciamo che possono essere considerate una versione più “leggera” e sicuramente più veloce da preparare. Gli ingredienti principali sono le verze, la pancetta e la salsiccia; tutti elementi che le famiglie contadine avevano a disposizione e che utilizzavano per preparare questo piatto caldo e sostanzioso. La particolarità del piatto è la cottura delle verze con l’aceto che regala il tipico gusto e aiuta a “sgrassare” data la presenza di pancetta e salsicce. Si dice che perché le verze siano davvero buone, dovrebbero prendere almeno una gelata, cosa che quest’anno, da noi, non è ancora successo; comunque le verze si devono presentare di dimensioni non eccessive, sode e con le foglie esterne scure e coriacee. Fondamentale poi, è avere a disposizione un’ottima pancetta e delle buonissime salsicce.

INGREDIENTI per due persone:

  • Una verza non troppo grande
  • 4 salamelle di maiale
  • 1 cipolla
  • 3 cucchiai di aceto
  • 50 gr pancetta stesa
  • sale
PREPARAZIONE:

Preparare la verza, eliminando le foglie esterne e lavando e asciugando le altre, poi tagliarle a striscioline. Tagliare la pancetta in piccoli pezzi e soffriggerla insieme alla cipolla tagliata finemente, finché la pancetta rilascerà il grasso e diventerà croccante; aggiungere la verza e farla insaporire bene, poi unire l’aceto e salare poco (già la pancetta e le salamelle sono saporite), abbassare il fuoco, coprire e lasciar cuocere per almeno 40 minuti, aggiungendo brodo vegetale o acqua se dovesse asciugare troppo.

Verze imbracate con salsiccia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *