Cucina lombarda: i casoncelli

Casoncelli

Si tratta di una pasta ripiena tipica sia della provincia di Bergamo che di Brescia, che può essere declinata in diverse versioni, spaziando sia nella forma, che nel ripieno e condimento. Io li ho preparati come di solito, cioè partendo da un disco di pasta, ripiegato a mezzaluna, con il lembo inferiore ripiegato su se stesso; per il ripieno ho utilizzato salsiccia, mollica di pane e parmigiano grattugiato, come indicato nel libro di Anna Gosetti “Le ricette regionali italiane” tra le specialità bresciane. Nella stessa zona, il ripieno può essere arricchito con verze o spinaci, alle quali aggiungere pane grattugiato, formaggio e uova e la salsiccia può essere sostituita da carne di vitello o pollo. Si tratta, quindi di un piatto perfetto per il riciclo di ciò che avete in quel momento in frigorifero! Dato che i sapori sono già piuttosto decisi, per il condimento viene quasi sempre utilizzato il classico burro fuso con salvia e parmigiano.

Casoncelli alla bresciana

INGREDIENTI per 2 persone (dosi abbondanti):

Per la pasta:

  • 2 uova medie
  • 200 gr farina 0
  • un pizzico di sale
Per il ripieno:
  • 70 gr  salsiccia
  • 35 gr parmigiano reggiano
  • 20 gr mollica di pane
  • latte
Per il condimento:
  • 70 gr  burro
  • salvia fresca
  • 4 cucchiai parmigiano reggiano

Casoncelli bresciani

PREPARAZIONE:

Ammorbidire la mollica di pane nel latte, strizzarla bene ed unirla alla salsiccia sbriciolata ed al parmigiano grattugiato, lavorando bene gli ingredienti per amalgamarli perfettamente. Nel frattempo preparare la pasta, lavorando, a mano o con l’aiuto di un’impastatrice, le uova, la farina ed un pizzico di sale. Dato che la dimensione delle uova non è standard, è necessario regolarsi ad occhio, aggiungendo farina se l’impasto risultasse troppo morbido, o un goccio d’acqua nel caso contrario. Lasciar riposare l’impasto una decina di minuti e poi tirare delle sfoglie piuttosto. Tagliare con una formina dei tondi di circa otto centimetri di diametro, aggiungere un cucchiaino di ripieno e richiudere a mezzaluna, sigillando bene i bordi, eventualmente inumidendoli con dell’acqua. Richiudere il lembo inferiore verso il ripieno, ottenendo, così, una delle tipiche ferme del casoncello.

Cuocere i casoncelli in abbondante acqua salata finché risulteranno morbidi (dipende dallo spessore della sfoglia), poi impiattarli e condirli immediatamente con burro fuso e salvia, terminando con un’abbondante aggiunta di parmigiano grattugiato. Servire caldissimi.

Casoncelli4

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *